111- Strisce pedonali in Ambient.

Le strisce pedonali sono da molto tempo protagoniste di azioni di ambient advertising. Vi propongo in questo post due esempi molto carini:

in questo caso le strisce vengono deformate per creare un intestino regolarizzato dai crackers Saltín Noel

quì invece diventano il dopo cura ortodontica (la scienza che cura le diverse anomalie della costituzione, sviluppo e posizione dei denti e delle ossa mascellari). Lo stato di pre-cura,  viene mostrato in un segnale che le precede.

Due esempi che sfruttano zone urbane; molto simpatiche per dare un volto sempre nuovo al modo di fare comunicazione.

Annunci

110- Be born again con il Dottor Kim.

Ecco come il Dottor Kim, chirurgo plastico asiatico, ha comunicato la sua attività di chirurgo, appunto.

Il notissimo affresco “La creazione di Adamo” dipinto da Michelangelo:

viene trasformanto in un ambient advertising. Il messaggio è più che immediato: la perfezione di Adamo dell’opera originale, può essere raggiunta da chiunque grazie all’ intervento(estetico) del dottor Kim.

Be born again, dice tutto.

106: Mentalgassi: l’arte nell’ambiente urbano.

Mentalgassi è un’arte collettiva di strada sviluppatasi in Germania, che copre gli oggetti urbani con delle incollando su di essi delle foto con “wheatpastes” (…un liquido adesivo usato fin dai tempi antichi per le varie arti e mestieri come il libro vincolante, decoupage, collage e cartapesta.). Ecco alcuni esempi di quest’arte:

02_small

Cont-gr_hinten

1

Cont-gr_vorne

flip_the_bird

105- Vaude: per le condizioni più estreme.

Il marchio VAUDE è noto per la vendita di attrezzi e abbigliamento (scarpe, zaini, tende, sacchi a pelo, borse e accessori, moschettoni, ramponi, picconi, imbracature, corde, caschi), insomma tutto l’equipaggiamento per condizione estreme.
Un adesivo installato sull’ala di alcuni aerei ha espresso al meglio il concetto che sta alla base del marchio. Guadate:

VaudeExtremeConditions

Il testo completa tutto:
Vaude. Equipment for extreme conditions.

101- Pesaro in Ambient!

Salve! Oggi voglio condividere con voi due “scatti” che ho avuto modo di fare sabato scorso durante una passeggiata con i miei amici in “quel di Pesaro” 🙂

Proprio mentre stavamo passeggiando ci siamo imbattuti di fronte al classico cartello STOP (l’ottagono rosso con la scritta bianca per intenderci). Ma non era poi così tanto “classico” dato che proprio pochi centimetri sotto la scritta STOP c’era un’adesivo che recitava:

<EATING ANIMALS>

DSCN4735

DSCN4738

Non poteva passare inosservato ai miei occhi e quindi ho immortalato quest’ulteriore esempio di non convenzionale!

Cosa potrebbe essere?Una campagna per sensibilizzare a “mangiare vegetariano”? E’ l’unica cosa che mi viene da pensare. Voi cosa ne pensate?

Poi, mentre tornavamo a casa, nei pressi della Standa (ormai diventata BILLA 🙂 ) un altro “caso” mi ha incuriosito. Eccolo:

DSCN4798

DSCN4800

..sarà un modo diverso per indicare la presenza di una Comando della Polizia Municipale nei paraggi?Penso proprio di si!!

Utilizzare il  volto del mitico Alberto Sordi potrebbe essere un richiamo al film “IL VIGILE” dove l’attore aveva appunto il ruolo di vigile?

100- La spugna lavandino

Ecco un modo davvero straordinario per mostrare i benefici di un prodotto.  L’agenzia Y&R di Bangkok con questo ambient  ha voluto dimostrare quanto la spugna Scotch-Brite fosse in grado di assorbire l’acqua. Così, con prezzi piuttosto bassi una spugna in versione gigante è stata attaccata alla base di alcune fontanelle, in modo tale che ogni persona che si avvicinasse a bere potesse avere davanti agli occhi una dimostrazione pratica di questa assorbenza. Non è una strategia geniale?Complimenti agli ideatori!

99- Visine: gets the red out in…60secondi!

Ecco un ambient attuato da Visine che ha utilizzato un incrocio, dove chi è di passaggio può venire a conoscenza del fatto che con questo collirio si hanno di nuovo gli occhi bianchi nell’arco di sessanta secondi. Molto astuto il modo in cui si è sfruttato il semaforo, il timer alla destra segna il tempo che manca al verde, sopra è stato messo il messaggio “gets the red out in”.