108- La bestia sei tu. Non lui.

Ecco l’ennesima campagna sociale attuata con un’azione di ambient. L’ambientazione è un acquario e il messaggio che si vuole lanciare è molto chiaro:

I predatori non sono gli squali ma gli uomini!

Infatti 100 milioni di squali vengono uccisi ogni anno dagli esseri umani. In confronto, solo 4 persone sono attaccate. Questo fa nascere la domanda: chi è il vero predatore?

Per divulgare tale realta e rendere noto a tutti che chi veramente attacca è l’uomo, sono stati applicati degli adesivi sui vetri che delimitano lo spazio tra squalo e uomo. L l’annuncio in maniera ironica è correttamente leggibile da un punto di vista opposto a quello dell’uomo: quello degli squali.

Quindi chi va a visitare gli acquari e si sofferma a guardare la sezione dedicata ai pesci predatori presi in questione, nota che l’avviso è stato realizzato e rivolto effettivamente per gli squali. E’ loro che devono fare attenzione alla bestia umana.

Ecco la campagna:

Immagine 1

Immagine 2

Immagine 3